I vini Sertura non sono semplici vini, ma un insieme di suggestioni che toccano l’anima.

Si  generano dall’amore per un territorio, l’Irpinia, un’area riconosciuta a livello mondiale per il pregio delle sua tradizione enologica.

Irpinia verde, Irpinia fertile, Irpinia felice. Con le sue floride vallate, i dolci monti, le distese sconfinate, i borghi che li animano, il folklore che si respira in ogni angolo.

E’ un amore senza tempo per la terra, madre che genera, fonte di eccellenze alimentari che fanno il giro del mondo e che qui tornano per accogliere quanti vengono a conoscerla.

Lasciandoli stupefatti di fronte a tanta abbondanza e sana bellezza.

Un territorio che colpisce per quanti tesori riesca a offrire, inaspettate bellezze tutte da scoprire, e nel quale la cultura del vino è antica e illustre.

Tramandata nei secoli per raggiungere i sommi riconoscimenti nel settore vinicolo con i suoi tre vini DOCG (Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi) massima espressione.

Un terroir d’eccezione, destinato da sempre a generare vini d’eccellenza.

Una storia antichissima che si rigenera continuamente, che scorre nelle vene di chi continua a scriverla.

Suoli semi-vulcanici, colline soleggiate, forti escursioni termiche, venti e umidità rappresentano i fattori naturali che danno carattere ai vini d’Irpinia.

Cui si unisce la passione innata dei suoi abitanti verso un prodotto che ne rappresenta tutta la tenacia e la ricchezza.

I vini Sertura vogliono rappresentare tutto questo. Esprimere in ogni sfaccettatura il territorio da cui derivano.

Esserne veicolo di trasmissione per tutti coloro che ne vogliano scoprire la vera essenza.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese